whatsapp
keyboard_arrow_down Per gli sviluppatori

Venerdì

08

Marzo 2024

come aprire uno spazio coworking

Come aprire uno spazio coworking

event_available
schedule

Come aprire uno spazio coworking in pochi semplici passaggi? Quando ho deciso di aprire il mio spazio coworking nemmeno io sapevo con precisione i passaggi da seguire, ecco perchè ho deciso di scrivere questa guida, raccontandoti la mia esperienza.

Aprire uno spazio coworking è un’opportunità entusiasmante per coloro che desiderano creare un ambiente collaborativo e stimolante per professionisti e imprenditori.

Con il crescente interesse per il lavoro flessibile e la condivisione delle risorse, i coworking stanno diventando sempre più popolari in tutto il mondo. Ma come puoi trasformare la tua visione di uno spazio coworking in realtà?

In questo articolo, esploreremo i passaggi chiave e i consigli essenziali per avviare con successo il tuo spazio coworking.

Dai un’occhiata al nostro spazio Coworking

Per aprire uno spazio coworking sono necessari: una partita IVA, un locale adatto, mobili e scrivanie e una connessione internet.

Ricerca di Mercato Approfondita

Prima di aprire uno spazio coworking, è fondamentale condurre una ricerca di mercato approfondita.

Analizza la domanda locale, valuta la concorrenza esistente e identifica le esigenze non soddisfatte nel settore. Indaga sulle preferenze dei potenziali clienti, comprendi i trend del mercato e valuta la sostenibilità del business nel lungo termine.

Una ricerca di mercato dettagliata ti aiuterà a definire il tuo concept, a identificare il tuo pubblico di riferimento e a sviluppare un modello di business efficace.

Questi sono i passaggi fondamentali per un’ottima ricerca di mercato:

  • Definizione degli obiettivi: Stabilire chiaramente cosa si vuole ottenere dalla ricerca.
  • Identificazione del target di mercato: Riconoscere il pubblico a cui ci si rivolge, un metodo efficace è la Creazione Personas.
  • Raccolta di dati esistenti: Utilizzare informazioni già disponibili da fonti affidabili.
  • Analisi dei competitor: Osservate i competitor in zona e chiedetevi come potete differenziarvi da loro.
  • Creazione di questionari: Elaborare domande chiare e mirate.
  • Campionamento: Assicurarsi che il campione rifletta il target di mercato.
  • Raccolta dei dati: Implementare il piano di ricerca e raccogliere informazioni.
  • Analisi dei dati: Utilizzare tecniche statistiche per trovare modelli e tendenze.
  • Elaborazione dei risultati: Presentare i dati in modo chiaro e accessibile.
  • Interpretazione e decisioni: Interpretare i risultati per prendere decisioni aziendali informate.

Vuoi partecipare al nostro evento?

Seguici sui social per tutte le info!

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da CreativaMente💡Associazione Ludica (@etscreativamente)

Come aprire uno spazio coworking: la partita IVA

Aprire uno spazio coworking implica la gestione di un’attività commerciale che offre servizi di condivisione di spazi e risorse lavorative. Pertanto, è necessario avere una Partita IVA per avviare legalmente questa attività.

La Partita IVA è un codice fiscale che identifica un’impresa ai fini fiscali e amministrativi e consente di operare nel rispetto delle normative vigenti.

Questo codice è indispensabile per emettere fatture, gestire le imposte sul reddito e svolgere tutte le attività legate alla gestione finanziaria e amministrativa del coworking.

Prima di ottenere la Partita IVA, è importante valutare attentamente la struttura giuridica dell’attività e assicurarsi di rispettare tutte le normative locali e nazionali relative alla gestione di uno spazio coworking.

Per ottenere una partita iva dovrai rivolgerti ad un commercialista abilitato affinché compili ed invii la pratica alla Camera di commercio ed esegua tutte le altre procedure necessarie.

Scelta del locale adatto

La scelta della location è cruciale per il successo del tuo spazio coworking. Cerca una posizione accessibile e ben collegata, preferibilmente vicino a trasporti pubblici e servizi essenziali.

Considera l’ambiente circostante e valuta il potenziale di crescita del quartiere nel tempo. Assicurati che lo spazio sia adeguatamente dimensionato per accogliere il numero previsto di membri, con spazi comuni confortevoli e aree private per la concentrazione.

Il locale deve essere inoltre in un luogo di passaggio, comodo da raggiungere e accessibile a persone con disabilità, per essere il più inclusivo possibile.

Gli interni devono essere curati e sobri, adatti quindi ad un ufficio. La scelta dei colori e dello stile di arredamento giusto stupirà i tuoi clienti e chiunque entrerà nel coworking.

Il parcheggio è molto importante per i luoghi di lavoro. Immagina cosa penserebbe un cliente costretto a cercare parcheggio per diversi minuti facendo quindi tardi all’appuntamento.

Investimento in Infrastrutture e Servizi

Per differenziarti dalla concorrenza e offrire un valore aggiunto ai tuoi membri, investi in infrastrutture e servizi di alta qualità.

Assicurati che lo spazio sia dotato di connessione internet affidabile, postazioni di lavoro ergonomiche, sale riunioni attrezzate e aree relax ben arredate.

Considera anche l’inclusione di servizi aggiuntivi come caffetteria, spazi eventi e programmi di networking per arricchire l’esperienza dei tuoi membri.

Mobili, scrivanie e sedie

Sembra scontato ma il tuo spazio coworking dovrà prevedere tavoli, sedie, scrivanie e qualche mobile ad uso archivio. Per un professionista tutto questo è molto importante, anzi indispensabile.

I colori dell’arredamento dovranno essere sobri ed eleganti ma soprattutto abbinati ai colori delle pareti, insomma dovrai scegliere i colori adatti per arredare il tuo locale.

Dovrai curare anche la disposizione degli spazi creando dei veri e propri uffici separati con i mobili o dei separatori.

Inoltre non dovranno mancare una connessione internet, sala riunioni e sala relax, meglio se disposte in ambienti separati e più tranquilli.

Ora che sai come aprirlo perché non dai un’occhiata a come guadagnano i coworking?

Pubblicità e promozione

Dopo aver aperto il tuo spazio coworking dovrai pensare a promuoverlo sia online che offline:

Gli investimenti nei modi per pubblicizzare il tuo negozio sono indispensabili perché da essi dipende il ritorno economico del tuo spazio coworking

In questa fase è importante valutare i costi. Il prezzo di un sito web ad esempio varia se lo crei da solo oppure ti affidi ad un professionista.

Lo stesso discorso vale anche per i profili social e tutti gli altri canali che vorrai sfruttare.

Sviluppo di una Community Coinvolgente

Uno dei principali vantaggi dei coworking è la possibilità di connettersi con professionisti provenienti da diverse industrie e settori.

Per promuovere un ambiente collaborativo e stimolante, investi nello sviluppo di una community coinvolgente. Organizza eventi, workshop e attività sociali per favorire l’interazione e lo scambio di conoscenze tra i membri.

Crea gruppi online e forum di discussione per facilitare la comunicazione e la collaborazione all’interno della tua community. Una community forte e coesa non solo migliora l’esperienza dei membri, ma contribuisce anche al successo a lungo termine del tuo spazio coworking.

Ti è piaciuto questo articolo?

favorite thumb_down
bookmark_border

Leggi anche

come guadagnano i coworking
Leggi la recensione
Cos’è il coworking
Leggi la recensione

Contattami

perm_identity
alternate_email
phonelink_ring
message

Il tuo messaggio è stato inviato con successo!
Ti risponderemo a breve

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

message
perm_identity
alternate_email

keyboard_arrow_up